L’illusione delle opportunità mancate

Qualche giorno fa la notizia che Magic Johnson (MJ), uno dei più grandi giocatori di basket di tutti i tempi, sia diventato uno dei pochissimi sportivi con un patrimonio personale superiore al miliardo di dollari* ha fatto un certo scalpore.

Un patrimonio costruito non solo grazie alle sue lunghe braccia e ai suoi salti eccezionali, ma anche grazie a scelte di investimento che si sono rivelate vincenti.

Come tutti gli esseri umani, però, non avendo Magic la palla di cristallo, non sempre è riuscito a fare un canestro da 3 punti; alcune volte alcune delle sue scelte di investimento non si sono rivelate così lungimiranti. È lui stesso a raccontarlo in una recente intervista**:

“Nel 1980, dopo aver vinto il campionato NBA con i Los Angeles Lakers, mi furono offerti accordi di sponsorizzazione da parte di Converse, Adidas e Nike. Converse mi offrì più soldi rispetto a Adidas e Nike, ma Philip Knight, il boss di Nike, mi disse: -ti posso offrire lo stesso ammontare di denaro ma te lo pago in azioni della Nike-. Non sapendo molto di azioni decisi di prendere i soldi di Converse.

Qualche anno dopo però decisi di fare due calcoli per capire cosa sarebbe successo se avessi accettato le azioni Nike e mi accorsi che le azioni rifiutate avrebbero avuto oggi un valore pari a circa 5 miliardi di dollari. 4 o 5 volte il mio patrimonio attuale.” (Guardate il video allegato è davvero divertente!).

La storia di Magic Johnson è comune a tutte quelle persone che, nella loro vita pensano di aver perso un’occasione unica, o perché non l’hanno mai colta, o perché magari si sono disfatte troppo presto di qualcosa che invece più tardi è cresciuto in modo esponenziale.

Da qui, per una buona parte della loro vita, vivranno in compagnia di due emozioni molto forti: rimpianto e frustrazione.

Invece, io penso che qualcuno dovrebbe dire a Magic Johnson (e a chi ragiona come lui) che questo modo di guardare ai propri investimenti è una mera illusione. È un vero e proprio miraggio nel deserto, un esercizio teorico.

Il modo in cui guardiamo al nostro passato, immaginando le cose che sarebbero potute accadere, non corrisponde quasi mai al modo in cui i fatti si sono svolti realmente.

Anche nel caso specifico di Magic Johnson, rimpiangere l’opportunità mancata della Nike è solo una simulazione mentale.

Siamo sicuri che le cose sarebbero davvero andate così come il grande cestista crede?

Proviamo a ragionarci sopra.

Johnson oggi vede il mancato accordo con Nike come un errore madornale costato ben 5 miliardi di dollari!

Ciò accade perché si immagina una crescita dei prezzi dell’azione Nike di questo tipo:

In breve, dalla fine del 1980 ad oggi, MJ immagina un andamento della crescita del prezzo lineare riassumibile in:

“tutto liscio fino a 5 miliardi di dollari”.

Invece come si è mosso realmente il prezzo di Nike nello stesso arco temporale?

Guardando ancor più nel dettaglio, il raggiungimento dei 100 dollari di Nike non è stato per niente lineare; anzi, se volessimo osservare gli alti e bassi, potremmo guardare al grafico qui sotto che evidenzia le discese del titolo e i relativi tempi di recupero:

Bene adesso mettiti nei panni di Magic Johnson che rimpiange di non aver chiuso l’accordo alla fine del 1980 con Nike. Secondo te, come si sarebbe sentito appena 4 anni dopo (1984) quando il prezzo delle sue azioni perdeva oltre il 70% del valore iniziale?

Probabilmente in quel momento avrebbe avuto seri dubbi sul futuro di Nike e avrebbe rimpianto enormemente di non aver accettato i soldi da Converse.

E poi, anche se fosse riuscito a controllarsi superando questa fase, sarebbe stato capace di tenere duro, dal 1985 ad oggi, quando il titolo ha praticamente dimezzato il suo valore (è andato sotto il 50% dai massimi) per almeno altre 7 volte?

Cosa avrebbe pensato? Come avrebbe reagito?

Dubito che questa altalena di valori avrebbe lasciato imperturbabile persino le famose vedove scozzesi: famose per essere non troppo ansiose degli investimenti fatti dai poveri mariti.

Quello che voglio dire è che, guardarsi indietro rimpiangendo una scelta non fatta (come nel caso di Magic Johnson) significa costruirsi una realtà alternativa ad hoc e molto poco reale.

Come ti ho raccontato in altri casi, dal momento che la vita è complicata, tutti noi tendiamo ad eliminare dai ragionamenti la sua complessità. Amiamo i percorsi lineari, o meglio ancora, adoriamo le rette che uniscono due punti.

Questo è un pericoloso difetto di immaginazione. La vita, al contrario, somiglia più ad un quadro di Pollock.

Già il ricordo porta a levigare i bordi più aspri delle nostre vite, ma ancor di più l’idea di un ricordo di un evento mai accaduto può essere plasmato interamente a proprio piacimento.

E questo per buona pace del periodo ipotetico della possibilità!

La vita non procede così.

Non dovresti mai guardare alla strada lasciata, perché questa non ti porterà quasi certamente dove pensi saresti dovuto arrivare.

È ovvio che questa considerazione non valga solo per gli investimenti, ma anche per molti altri ambiti della tua vita:

  • quel lavoro che avresti dovuto accettare;
  • quella persona che avresti dovuto sposare;
  • quella situazione che avresti dovuto scegliere in modo diverso;

si tratta di circostanze che immagini in modo parziale e selettivo, adattandole volta per volta al tuo ideale di vita.

Ecco perché dovresti mettere a fuoco il prima possibile la tua strada (Goal Based), cercando di percorrerla con convinzione e saggezza sin dal principio. Lo dico perché sono convinto che l’unica strada reale che hai a disposizione è quella davanti a te, non dietro.

Se ci pensi bene è proprio quello che ha fatto Magic Johnson. Nonostante oggi rimpianga il mancato investimento in Nike (sottovalutando la complessità della vita), ha comunque condotto il suo percorso personale e lavorativo guardando sempre avanti e arrivando ad essere uno dei 4 sportivi più ricchi di sempre.

*A dire di Forbes, è entrato in questo ristretto club dove siedono da tempo Michael Jordan, LeBron James e Tiger Woods

https://forbes.it/2023/10/30/magic-johnson-diventato-miliardario/

**https://www.youtube.com/watch?v=RjPVNx2fydA

Articoli che ti consiglio: